Prossimi Eventi
24.03.2019
Incontro primaverile per le famiglie, a Novazzano
26.03.2019
Incontri per fidanzati, primavera 2019, a Mendrisio
27.03.2019
Conferenze di Quaresima, con Don Laim, a Balerna
29.03.2019
24 ore per il Signore, a Morbio Inferiore
06.04.2019
Pastorale familiare diocesana: terzo incontro per famiglie 2019, a Lugano-Breganzona




Divorziati-divorziati risposati


"Il problema dei divorziati risposati è una delle grandi sofferenze della Chiesa di oggi. E non abbiamo semplici ricette. La sofferenza è grande e possiamo solo aiutare le parrocchie, i singoli ad aiutare queste persone a sopportare la sofferenza di questo divorzio ...

Quanto a queste persone, dobbiamo dire che la Chiesa le ama, ma esse devono vedere e sentire questo amore. Mi sembra un grande compito di una parrocchia, di una comunità cattolica, di fare realmente il possibile perchè esse si sentano amate, accettate, che non sono 'fuori' anche se non possono ricevere l'assoluzione e l'Eucaristia: devono vedere che anche così vivono pienamente nella Chiesa."

(dall'Intervento di Benedetto XVI alla Festa delle testimonianze del VII Incontro Mondiale delle Famiglie, Parco di Bresso, sabato 2 giugno 2012)

 

Come Chiesa siamo comunque vicini alle persone e alle famiglie che vivono la separazione e il divorzio, nella distinzione delle diverse situazioni. Di particolare rilievo, nell'ottica della vicinanza, il Convegno Organizzato dalla CEI a Salsomaggiore Terme (I) - 22/26 giugno 2011 - sul tema "Luci di speranza per la famiglia ferita - Persone separate e divorziati risposati nella comunità cristiana". Con un link verso il sito della CEI, puoi accedere a: informazioni, relatori, relazioni e interventi, laboratori e questioni messe in evidenza dagli organizzatori del Convegno.

Cliccando qui di seguito trovi l'intervento di Don Gian Pietro Ministrini, vicario foraneo del vicariato del Mendrisiotto - attivo da tanti anni nella pastorale familiare - pubblicato dal Giornale del Popolo il 22 marzo 2012, sulla problematica dei divorziati risposati. Don Ministrini invita, tra l'altro, a trovare, come comunità, "un atteggiamento di rispetto, di sostegno  e di accoglienza a coloro che hanno 'fallito' nel primo matrimonio".